Politica

Inquinamento ambientale: sequestro di una fabbrica in provincia di Napoli

TUFINO. I carabinieri della stazione di Schiava, coordinati dal comandante Giuseppe Tranchese, hanno sequestrato una fabbrica di lavorazione di materiali plastici in via Valeriana nella zona Pip. Come riporta Il Mattino, il motivo del sequestro è dovuto a cause di inquinamento ambientale.

 

Inadempienze e rifiuti nel piazzale

 

Proprio per questo è stato denunciato un uomo di 57 anni, di Acerra. Il blitz, eseguito dai carabinieri e dai forestali del comando di Roccarainola e dal personale dell’Asl Na3 Sud, ha portato a nuove scoperte sulla fabbrica. Questa infatti produce le buste di plastica nere per la spazzatura, ma non segue l’iter regolamentare che permette di ridurre l’inquinamento ambientale.

Oltre alle inadempienze tecniche, i carabinieri hanno riscontrato la presenza di alcuni rifiuti, scarti di lavorazione e taniche di acidi e solventi vuoti gettati con noncuranza nel piazzale della fabbrica. L’uomo che è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Nola è anche amministratore unico della società.

Articoli correlati

Back to top button