Cronaca

Danni da mascherina, impennata di interventi estetici a Napoli

Più interventi di chirurgia plastica per i “danni” dovuti alla mascherina. I dati rilevati dalla Società italiana di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica fanno registrare un incremento del circa il 50% degli interventi soprattutto al viso da parte dei napoletani, sia uomini che donne.

Interventi di chirurgia plastica per i “danni” della mascherina

Nella città partenopea infatti si registra un incremento del ricorso a pratiche poco invasive di medicina estetica come, ad esempio, filler e procedure per il ringiovanimento. Il ritocchino è richiesto soprattutto dalle ragazze tra i 16 e i 18 anni e le over 40, complice anche l’effetto social e influencer che spopolano in rete come riportato da Il Mattino. 

Gli altri interventi richiesti

In crescita anche gli interventi su glutei e lato B da realizzare sia con protesi, da ripetere dopo 5-10 anni, sia con grasso e infiltrazioni di acido ialuronico, adatto però solo per piccoli volumi. Tra gli altri “ritocchi” più richiesti mantiene una sorta di “primato” l’aumento del volume del seno.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

 

Articoli correlati

Back to top button