Cronaca

Napoli, viene accoltellato e gli amici lo portano in pronto soccorso

Viene accoltellato nella notte di oggi, 25 febbraio, a Napoli e tre amici lo portano al pronto soccorso ostetrico dell’Ospedale Don Bosco: qui, nonostante la procedura preveda che sia il 118 a trasportarlo in un pronto soccorso adibito a questi casi, i medici decidono comunque di intervenire salvandogli così la vita.

Viene accoltellato e lo portano in ospedale, salvato a Napoli

Viene accoltellato nella notte di oggi, 25 febbraio, e tre amici lo portano al pronto soccorso ostetrico dell’Ospedale Don Bosco: qui, nonostante la procedura preveda che sia il 118 a trasportarlo in un pronto soccorso adibito a questi casi, i medici decidono comunque di intervenire salvandogli così la vita.

Il commento del deputato Borrelli

“Voglio complimentarmi personalmente con i medici che hanno deciso di intervenire e salvare la vita a questo ragazzo. Questo ennesimo episodio dimostra ancora una volta la grave carenza che ha la nostra Regione in tema di pronto soccorso. Le tante chiusure hanno impoverito l’offerta sanitaria e le strutture non riescono più a rispondere alle esigenze dei cittadini. Solo pochi giorni fa il pronto soccorso Obi dell’Ospedale Cardarelli ha bloccato i ricoveri per il raggiungimento della capacità massima. Un video girato all’interno delle corsie dell’ospedale collinare napoletano mostra una situazione insostenibile, barelle ovunque e personale sanitario costretto a lavorare in condizioni intollerabili. Aggressioni ai lavoratori continue che invece di diminuire si moltiplicano giorno dopo giorno, come un virus che si sta diffondendo in tutte le regioni d’Italia. A breve sarà attivato un presidio di Polizia all’interno dell’Ospedale Pellegrini, una vittoria anche nostra. Da Europa Verde da anni chiediamo che vengano ripristinati i presidi delle Forze dell’Ordine all’interno di tutti i pronto soccorso, speriamo che questo venga fatto in fretta, non si può più aspettare. Quanti altri medici e infermieri dovranno essere aggrediti? Quante corsie di ospedale dovranno essere distrutte prima che si intervenga? Tutto ciò non è più tollerabile”.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button