Cronaca

Bolletta shock a pensionato: 2500 euro per un loculo al cimitero

Vittima dell'aumento del caro energia non soltanto imprenditori di attività commerciali e liberi professionisti ma anche i cimiteri

Vittima dell’aumento del caro energia non soltanto imprenditori di attività commerciali e liberi professionisti ma anche i cimiteri: un pensionato riceve una bolletta Enel da 2500 euro per un loculo al cimitero di Napoli.

Napoli, bolletta da 2500 euro per un loculo al cimitero

Incredibile quello che è capitato ad una coppia di anziani pensionati napoletani. Vittima dell’aumento del caro energia non soltanto imprenditori di attività commerciali e liberi professionisti ma anche le luci cimiteriali tanti che i due coniugi hanno ricevuto una bolletta davvero pazzesca: circa 2500 euro.

La denuncia

Si sono rivolti alla Associazione Giustitalia i signori Sergio F., 68 anni e la moglie Ida S. 65, entrambi pensionati, tramite la figlia Deborah per sporgere denuncia. La figlia dei due anziani scrive:  “Sono Deborah F. e vi scrivo per conto dei miei genitori. Il problema che pongo alla vostra attenzione riguarda i miei genitori e delle bollette inviate dall’Enel.

Premesso che i miei genitori hanno il contatore telematico ma, si sono sempre impegnati ad inviare la lettura, nel gennaio 2012 ricevettero dall’Enel, per la luce del loculo della cappella cimiteriale di famiglia, una bolletta di 523,97€ (generalmente le loro bollette si sono sempre aggirate intorno ai 40/50€). La pagarono regolarmente per poi ricevere un rimborso di oltre 700,00€. A seguito di questo nel gennaio 2022 hanno ricevuto una bolletta di 2575,92. In tale occasione mio padre accusò un malore. Allarmati si recarono in un ufficio Enel per chiedere spiegazioni, la risposta fu che i miei genitori non avevano comunicato tutte le letture in modo corretto.”

 

Articoli correlati

Back to top button