Cronaca

Napoli, è caccia al rapinatore nero, aggredisce per rubare

NAPOLI. È caccia al rapinatore nero, aggredisce per rubare. «Si aggira a Posillipo e conosce bene la zona, sa’ come muoversi», dice la vittima.

Napoli, è caccia al rapinatore nero

Il rapinatore l’ha aggredita in auto. «Per prendere la borsa», dice Fabiana: «Abito e lavoro in zona, non vorrei altri spiacevoli incontri: lui è a piede libero…». Lei è l’ingegnere di Posillipo ferita allo zigomo che ha lanciato l’allarme su Facebook. «Ma non sono la prima vittima. Mercoledì 16 gennaio, quando ho denunciato al commissariato, avevano già l’identikit», avverte preoccupata.


istituto comprensivo villanova


I casi

Una sequenza di casi che preoccupa chiunque. Si è scatenato il panico tra le mamme che ogni giorno accompagnano i figli alla Villanova, la scuola in via Manzoni dove si registra un’impennata di segnalazioni. Da giorni ormai i poliziotti in borghese e a bordo delle volanti monitorano la situazione al suono della campanella, nelle ore di punta, all’ingresso e all’uscita dei bambini.

Le dichiarazioni

Tra le dichiarazioni agli atti raccolte dagli agenti, c’è quella di un’insegnante dell’istituto comprensivo, nella doppia veste di testimone e vittima, venerdì 18 gennaio. «Il malvivente ha tentato di aprire lo sportello della vettura che mi precedeva, senza riuscirci, e allora ha preso di mira la mia auto… Ha poggiato un ginocchio sul sediolino, ma io non avevo con me la borsa e ho iniziato a urlare». E ancora: Fabio Chiosi, assessore agli affari generali della I Municipalità, ha convinto un’altra signora derubata a presentare un esposto, «ma sono stato personalmente informato da ulteriori due famiglie. Le indagini sono in corso».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button