Cronaca

Napoli, paziente muore al pronto soccorso: parente dalla rabbia distrugge ambulanza

Paziente muore al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo di Napoli: parente, preso dalla rabbia, distrugge un’ambulanza a calci e pugni. Momenti di tensione quelli vissuti nel pomeriggio di oggi, lunedì 31 luglio. La denuncia arriva dall’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”.

Paziente muore al pronto soccorso di Napoli, parente distrugge ambulanza

Ore 16:20, momenti di tensione al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo dove muore un paziente, uno dei parenti, preso dalla rabbia per la perdita, esce fuori al nosocomio ed inizia a prendere a calci e pugni l’ambulanza 118 della postazione di Pianura.” Paura e sgomento per l’equipaggio che era all’interno del mezzo intento a completare la scheda inerente all’intervento effettuato ed estranei ai fatti.

“Ancora una volta il nosocomio di Fuorigrotta preso di mira da coloro che non sanno accettare dignitosamente la morte di un parente, servono tutele, quelle poche che sono state messe in campo sino ad ora sono PALESEMENTE INSUFFICIENTI!”

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio