Cronaca

Processo sprint all’assassino di Ornella: “Mente, è stato un delitto premeditato”

Omicidio di Ornella Pinto, ok al processo con rito abbreviato nei confronti dell'imputato, accusato anche di premeditazione

Scatta il rito immediato nei confronti dell’uomo accusato dell’omicidio di Ornella Pinto, la donna  uccisa lo scorso 13 marzo da Giuseppe Iacomino, suo ex convivente. L’uomo è accusato di omicidio volontario con l’aggravante della crudeltà e della premeditazione.

Omicidio di Ornella Pinto, ok al processo ‘sprint’

Dalla prima fase investigativa è emersa la premeditazione del delitto da parte di Iacomino il quale ha confessato ma punta a respingere l’accusa della premeditazione sostenendo – come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino – la tesi di un raptus di violenza maturato al culmine di una lite.

Le indagini

La testimonianza dei parenti di Ornella e l’autopsia hanno confermato: Ornella Pinto è stata uccisa nel sonno dall’uomo che entrò in casa utilizzando le chiavi di cui era ancora in possesso.


“Ornella, ti lascio in pace”, poi la uccide con quindici coltellate: l’ultimo messaggio del killer

 

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button