Cronaca

Pescara, truffa ad un’anziana: arrestato un 26enne di Napoli

“Aveva la stessa voce di mio nipote”, mi chiamava "nonna, nonna, ho bisogno di soldi, mi devi dare molti soldi"

Si spaccia per il nipote e truffa un’anziana a Pescara, arrestato un 26enne di Napoli “in trasferta” dai Carabinieri. “Aveva la stessa voce di mio nipote”, mi chiamava “nonna, nonna, ho bisogno di soldi, mi devi dare molti soldi”.

Truffa anziana a Pescara, arrestato a Napoli

Un ragazzo di 26 anni di Napoli si è “finto” il nipote di un’anziana ed è caduta vittima di una truffa.  “Aveva la stessa voce di mio nipote”, mi chiamava “nonna, nonna, ho bisogno di soldi, mi devi dare molti soldi” le ha detto, perché altrimenti il fantomatico nipote.

La dinamica

Il finto nipote ha dato istruzioni alla nonna di mettere il denaro, il bancomat e l’oro che aveva nella sua disponibilità in un sacchetto poiché di li a poco sarebbe arrivato un postino a prelevare il tutto. La nonna ha risposto facendo presente di non avere oro poiché glielo avevano rubato un po’ di tempo fa, eccetto la fede nuziale e una catenina che portava al collo. Dopo circa 10 minuti si è presentato davanti all’abitazione, un giovane, con accento napoletano, a ritirare il bottino.

L’anziana donna aveva in casa solo 500 euro, ma per l’emissario non erano sufficienti, “sono pochi” le ha detto. Poco dopo, la donna, è stata quindi ricontattata al telefono, ma questo è stato fatale al 26enne napoletano, perché nel frattempo la vittima, che si era insospettita aveva chiamato i Carabinieri. L’uomo è stato quindi trovato con tutto il bottino indosso, compresi il bancomat e gli oggetti in oro.

Articoli correlati

Back to top button