Cronaca

Sant’Antimo, sequestro di 30 metri cubi di batterie per auto: denunciati

I carabinieri di Sant’Antimo hanno posto sotto sequestro circa 30 metri cubi di rifiuti speciali pericolosi, ovvero batterie per auto al piombo esauste smaltite senza autorizzazione all’interno di un capannone di circa 240 metri quadri: sono stati denunciati il titolare e il locatario di una ditta con sede a via Medi.

Sant’Antimo, sequestro di batterie per auto: denunciati in due

I carabinieri hanno denunciato il titolare e il locatario di una ditta a via Medi. Nel capannone di circa 240 metri quadri, adibito a vendita all’ingrosso di accessori per auto, sono stati rinvenuti circa 30 metri cubi di rifiuti speciali pericolosi, batterie per auto al piombo esauste che i due avrebbero voluto smaltire senza autorizzazione. I militari hanno posto sotto sequestro l’intero capannone con le attrezzature usate per lo smaltimento delle batterie e i rifiuti.

Inoltre, è stato arrestato Antimo Mauriello, 20enne già noto alle forze dell’ordine che dovrà rispondere di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, ristretto agli arresti domiciliari, è stato trovato in possesso di un borsello contenente 50 grammi di hashish già suddivisi in dosi pronte alla vendita.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio