Cronaca

Truffe informatiche, sgominata organizzazione: cinque arresti

NAPOLI. La Polizia, attraverso indagini tecnologiche complesse, intercettazioni, pedinamenti e incrocio di migliaia di dati, ha sgominato una organizzazione criminale, radicata nell’hinterland napoletano ma operativa sull’intero territorio nazionale, dedita ad attività di frode informatica che permettevano di conseguire guadagni illeciti per oltre 100 mila euro al mese.

Truffe on line, gli arresti

Cinque le misure cautelari eseguite all’alba su disposizione del giudice per le indagini preliminari di Bologna dagli uomini della Polizia Postale e delle Comunicazioni, a carico di altrettanti soggetti, residenti nelle zone di Frattamaggiore e Giugliano in Campania, accusati di associazione per delinquere finalizzata al furto aggravato, alla frode informatica e all’indebito utilizzo di carte di pagamento elettronico.

L’organizzazione agiva in oltre 90 province italiane, partendo con veri e propri agguati ai portalettere di tutta Italia, pedinati e poi derubati del loro carico di raccomandate, contenenti centinaia di carte di credito. Poi l’intervento degli hacker e la frode.

Articoli correlati

Back to top button