Cronaca

Acerra, condannato amministratore unico della Pellini: ecco perché

ACERRA. In seguito alla mancata ottemperanza all’Ordinanza n.39 del 3/06/2016 emessa dal Comune di Acerra, per la rimozione e smaltimento dei rifiuti abbandonati in Contrada Lenza Schiavone, (foglio 3 particella 70), il Giudice del Tribunale di Nola, sezione penale, all’udienza del 16/05/2018 ha condannato per omessa bonifica, Fabiani Giuseppe, amministratore unico della Pellini Srl, proprietaria del fondo, con una pena di otto mesi di reclusione ed euro 15mila di multa. Il Sindaco del Comune di Acerra, Raffale Lettieri, era parte offesa nel procedimento penale contro il legale rappresentante della ditta proprietaria del fondo, per il reato di omessa bonifica perché, pur essendo stato ordinato all’amministratore unico di rimuovere i rifiuti abbandonati e depositati in modo incontrollato, non provvedeva al prescritto recupero dello stato dei luoghi.

La sentenza ad Acerra

In seguito ad un sopralluogo della Polizia municipale e al sequestro dell’area interessata dalla presenza di rifiuti, il Comune di Acerra aveva emesso, infatti, l’Ordinanza di rimozione e smaltimento dei rifiuti nei confronti del legale rappresentante della società proprietaria del terreno, alla quale lo stesso non aveva ottemperato. Al Comune, inoltre, sempre con sentenza del 16 maggio 2018, sono stati riconosciuti anche i danni patiti dalla parte civile.

In più, non avendo ottemperato la ditta Pellini Srl a quanto disposto con Ordinanza n. 39/2016, il Comune di Acerra ha effettuato la rimozione dei rifiuti in danno alla ditta e, in data 17 maggio 2018, ha anche diffidato lo stesso legale rappresentante della Società Pelini Srl a corrispondere all’Ente comunale, entro 10 giorni, le somme utilizzate per l’intervento realizzato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button