Cronaca

Angelo morto in un incidente in scooter a Castellammare: riaperto il caso

Riaperta l’inchiesta, a distanza di 5 anni, sul caso di Angelo Cesarano, morto in un incidente in scooter la sera di Natale del 2017 a Castellammare di Stabia. La moglie chiede giustizia per il marito.

Angelo morto in incidente a Castellammare di Stabia: riaperta l’inchiesta

La moglie di Angelo sembra convinta che a causare il decesso dell’uomo sia stato un pirata della strada e da cinque anni chiede giustizia. Proprio per far luce su quanto avvenuto, la Procura ha riaperto il caso sull’incidente che la sera di Natale del 2017 provocò la morte del 32enne Angelo Cesarano.

Ora si cercano i testimoni su quanto avvenne quella maledetta sera. L’uomo, in sella allo scooter, finì contro un palo lungo strada di collegamento tra Castellammare e Gragnano perdendo sul colpo la vita.

L’appello su Facebook

“Verità per Angelo. Con grande determinazione siamo riusciti a far riaprire le indagini sulla morte di mio marito Angelo Cesarano avvenuta la sera del giorno di Natale dell’anno 2017 in seguito ad una misteriosa caduta dallo scooter avvenuta nei pressi svincolo dello svincolo della superstrada tra Gragnano e Castellammare. Oggi chiediamo aiuto a tutti voi,chi sa parli,chi ha visto ci aiuti!Chiedo un gesto di umanità e civiltà. Potrete in forma anonima contattare i nostri avvocati, Berritto e D’Ambrosi,al numero 0818632987. O tramite messaggio messenger direttamente a me,oppure recandovi al comando di Polizia Municipale di Castellammare di Stabia, oppure alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata“, fa sapere la donna.

Mostra di più

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio