Cronaca

Agguato in pieno giorno a Piscinola: Antonio Avolio freddato da due colpi, uno alla nuca

Antonio Avolio ucciso in strada a Piscinola: gli hanno sparato alla nuca, poi i killer sono riusciti a dileguarsi

È Antonio Avolio il 30enne ucciso a Piscinola nella mattinata di ieri, giovedì 24 giugno, quando davanti a decine di testimoni il pregiudicato è rimasto vittima di un agguato. Si trovava in via Teano, in sella ad uno scooter, aveva appena finito di mangiare uno snack quando è stato freddato da due killer che hanno fatto fuoco prima di dileguarsi.

Piscinola, Antonio Avolio ucciso in strada: perché, chi era, cos’è successo

Come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino, nel 2016 Antonio Avolio fu arrestato con l’accusa di estorsione aggravata dalla finalità camorristica, assieme a un minorenne, poi un anno fa la scarcerazione. È stato ucciso con due colpi di cui uno alla nuca.

Le indagini

Sul posto i pm Stefano Capuano e Maria Sepe e i carabinieri che hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica dell’accaduto e provare a risalire all’identità dei killer entrati in azione.

Articoli correlati

Back to top button