Cronaca

Atti osceni in luogo pubblico: attrice rischia grosso

NAPOLI. Attrice accusata di atti osceni in luogo pubblico.

La vicenda

La vicenda si è svolta sabato mattina in piazza del Gesù: mentre rappresentava la Natività con tanto di simulazione di parto, l’attrice Margherita Romeo è stata avvicinata da una pattuglia di polizia che voleva portarla in commissariato. Il provvidenziale intervento di un agente in borghese ha evitato guai peggiori.

La testimonianza dell’attrice

Ecco quanto dichiarato dall’attrice: «Mi volevano denunciare perché la scena del parto (eseguita di spalle con gonna fino ai piedi e calzamaglie di doppia lana) era a loro dire anti educativa». Il fatto si è verificato il giorno dopo l’Immacolata: intento dell’attrice era quella di portare la sua pièce in strada: «Non essendo ancora in grado di eseguire la novena metto in scena per le strade del centro la Natività attraverso i Tableaux. Ma prima di mostrare la Madonna col bambolotto racconto il parto della signora aiutata dalle levatrici, ossia le lavandaie della scena precedente che – come si sa – sono figure tipiche del Presepe. Tra pezze e bacinelle Gesù nasce e il popolo (nel nostro caso il pubblico) grida “è nato! Auguri!!”. Ma una spettatrice si è avvicinata alla polizia per denunciarmi. Gli agenti volevano portarci in commissariato. Ma fortunatamente la Madonna ha fatto sì che tra il pubblico ci fosse un poliziotto siciliano in borghese, che ha interesso con i colleghi e lo ha impedito. Tutto ciò anche in seguito alle proteste del pubblico».

La denuncia del consigliere

A denunciare il fatto è stato il consigliere della II Municipalità Pino De Stasio: «Era soltanto una semplice e bella esibizione teatralizzata con tableau vivant rappresentante la nascita del Bambin Gesù con doglie e parto, tutto nel pieno rispetto del numeroso pubblico che seguiva attentamente la scena».

Articoli correlati

Back to top button