Cronaca

Bus non a norma, annullata gita scolastica: “La tragedia di Avellino non insegna nulla?”

NAPOLI. Studenti del Genovesi restano a piedi perché il pullman non era a norma. Borrelli e Simioli: “La tragedia di Avellino non ha insegnato nulla e si continua a rischiare la vita per una gita”.

La denuncia di Borrelli e Simioli

“La tragedia di Avellino, dove un pullman non in regola provocò la morte di 38 persone e il ferimento di altre 10, non ha insegnato nulla se ancora circolano mezzi che non garantiscono la necessaria sicurezza al punto da costringere decine di studenti a dover usare i mezzi pubblici dopo aver programmato e pagato il trasporto con un bus privato”.
Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e lo speaker Gianni Simioli de La radiazza di RadioMarte, che hanno raccolto la denuncia pubblica del genitore di uno degli studenti del liceo Genovesi di Napoli.

“Stamattina alcune decine di ragazzi del liceo napoletano dovevano andare in un agriturismo di Vico Equense nell’ambito del programma di alternanza Scuola lavoro, ma, quando stavano per partire con il pullman noleggiato, è arrivata la polizia che li ha fatti scendere perché il pullman non garantiva tutte le misure di sicurezza” ha raccontato il genitore sottolineando che “anche il secondo pullman fatto arrivare in tutta fretta non era in regola e, alla fine, ragazzi e professori hanno dovuto cambiare i programmi e andare a prendere la CircumVesuviana per raggiungere Vico Equense”.

“Questa volta c’è stato un controllo attento da parte della Polizia e sono emerse le mancanze di quel pullman, ma quante volte partono pullman che non garantiscono il massimo della sicurezza?” si chiedono Borrelli e Simioli per i quali “sarebbe auspicabile un inasprimento delle multe, arrivando anche al ritiro della licenza in caso di recidività, perché non è possibile mettere a rischio la vita delle persone risparmiando sulla sicurezza”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button