Cronaca

Il caffè è pronto a diventare patrimonio dell’umanità: festa al Gambrinus

Caffè patrimonio dell'Unesco, la candidatura è ufficiale in seguito all’approvazione all’unanimità da parte del ministero

Caffè patrimonio dell’Unesco, ci siamo quasi. Nelle scorse ore è stata ufficializzata la candidatura de “Il caffè espresso italiano tra cultura, rito, socialità e letteratura nelle comunità emblematiche da Venezia a Napoli” in seguito all’approvazione all’unanimità da parte del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali.

Caffè patrimonio dell’Unesco, candidatura ufficiale

La candidatura era stata una istanza avanzata anche dall’Osservatorio regionale della Campania sui patrimoni culturali. “Alla fine il ministero, come aveva annunciato, ha presentato per l’Italia una candidatura unica per riunire le peculiarità del caffè espresso italiano e di quello napoletano fatto di aggregazione, cultura e socialità — commenta soddisfatto al Corriere del Mezzogiorno Massimiliano Rosati, titolare dello storico Caffè Gambrinus di Napoli”.

“Al dossier per la candidatura del caffè napoletano il Gran Caffè Gambrinus ha contribuito con storia e immagini. Il caffè espresso, che sia italiano o napoletano, è sempre stato un bene di tutti fatto di calore e cultura che vanno oltre la semplice bevanda, quindi ci auguriamo che l’Unesco lo riconosca ufficialmente”.

Articoli correlati

Back to top button