Cronaca

Camorra, estorsione e tentato omicidio: quattro arresti | Ci sono anche i fratelli Attanasio

Cinque ordinanze in carcere, con accuse a vario titolo, per camorra, estorsione, tentato omicidio e armi: ne sono state eseguite solo quattro

Cinque ordinanze in carcere, con accuse a vario titolo, per camorra, estorsione, tentato omicidio e armi: ne sono state eseguite solo quattro perché uno dei destinatari dei provvedimenti, nel frattempo, è stato assassinato.

Camorra, estorsione e tentato omicidio: cinque arresti

Parliamo di Gennaro Matteo, il 35enne rimasto vittima di un agguato di camorra a Ponticelli attorno alle 22 del 10 dicembre, in via Luca Pacioli. Matteo non risultava legato a clan nel passato, ma dall’indagine che ha portato alle ordinanze risultano contatti con la mala di San Giorgio a Cremano e di San Giovanni a Teduccio.

Figurano anche i fratelli Attanasio

L’inchiesta che è sfociata nelle misure cautelari ha colpito altre quattro persone vicine ai gruppi Formicola e Troia. Parliamo dei fratelli Giuseppe e Andrea Attanasio, 40 e 36 anni, cognati di Vincenzo Troia e nipoti del boss Ciro Formicola e in passato coinvolti nelle indagini sull’omicidio dell’innocente Vincenzo Liguori, meccanico che morì accidentalmente in uno scontro a fuoco a San Giorgio a Cremano. Destinatario della misura in carcere anche Marco Cozzolino. In cella anche il 48enne Luigi Di Perna.

Articoli correlati

Back to top button