Cronaca

Camorra a Pompei, arrestato il figlio di Carlo Cafiero

POMPEI. I carabinieri della Stazione di Pompei hanno arrestato Antonino Cafiero, 26enne figlio di Carlo, affiliato al clan Cesarano, che deve scontare una pena residua di 4 mesi per un reato che risale al 2013.

Cafiero jr. in manette

Come riportato da Il Mattino, i militari hanno eseguito l’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Il 2 febbraio del 2013 Antonino Cafiero, insieme al fratello 23enne Catello, venne arrestato a Castellammare di Stabia dai Carabinieri della locale aliquota radiomobile, unitamente ai colleghi della stazione, per ricettazione, violazione alle leggi sulle armi e resistenza.

L’arresto a Castellammare di Stabia

L’arresto avvenne in Vico Macello a seguito di una richiesta di aiuto giunta al 112. Alcuni passanti videro scendere da una Renault Modus tre persone con il volto coperto da passamontagna, e armati di bastone, ed entrare in un edificio. I carabinieri, nel cortile interno di un condominio, individuarono le tre persone segnalate ferme vicino all’ascensore. Alla vista dei militari dell’Arma i tre tentarono la fuga a piedi. I due fratelli Cafiero vennero raggiunti e bloccati, dopo breve inseguimento. Il complice, invece, riuscì a far perdere le tracce.

Nel corso delle perquisizioni, i due, furono  trovati in possesso di una mazza da baseball, due pistole a salve senza tappo rosso – una con il caricatore con inserito una cartuccia calibro 7.65 – un coltello da cucina con lama da 10 centimetri e 3 maschere di carnevale raffiguranti il volto di un vampiro. Successivi controlli degli investigatori fecero emergere che la Renault Modus era stata rubata a Pompei, il 25 gennaio del 2013, ad una 40enne della città mariana.

Antonino Cafiero venne condannato alla pena di 8 mesi di reclusione. Colpito dalla nuova ordinanza di custodia cautelare è stato sottoposto alla detenzione domiciliare a Pompei, dove dovrà scontare un residuo di pena di 4 mesi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button