Cronaca

Castellamare di Stabia, ambulanza “ritarda”: medico e vigili aggrediti

A denunciare l'accaduto la Cisl Fp di Napoli. La folla si è scagliata contro perché riteneva che i soccorsi fossero giunti in ritardo

Castellamare di Stabia, ambulanzaritarda“: medico e vigili aggrediti. L’episodio si è verificato in Via Giovanni XXIII per via di un presunto ritardo dell’ambulanza.

Medico e agente aggrediti perché l’ambulanza ritarda

Un uomo è stato colto da un malore e, quando sono accorsi i sanitari del 118 e i caschi bianchi, la folla li ha aggrediti. In particolare un medico ed un agente sono stati schiaffeggiati perché accusati di essere giunti in ritardo. A denunciare la vicenda Luigi D’Emilio, Segretario generale Funzione Pubblica Cisl di Napoli.

Le parole del rappresentante sindacale

Un nuovo episodio di violenza generata dal non voler rispettare quelle regole del vivere civile nei confronti degli appartenenti alla Polizia Locale, che ogni giorno garantiscono la sicurezza nelle nostre città e che ormai costantemente sono chiamati a svolgere reali funzioni di polizia di prossimità” ha denunciato il sindacalista.

La richiesta

La sigla sindacale chiede al Commissario prefettizio che il Comune di Castellammare di Stabia si costituisca parte civile nel procedimento penale nei confronti dei responsabili dell’aggressione.

Articoli correlati

Back to top button