Politica

Concerto per Pino Daniele, la denuncia: “Dopo due giorni ancora rifiuti a terra”

NAPOLI. Sono passati due giorni da “Pino è”, il concerto omaggio a Pino Daniele che si è tenuto lo scorso 7 giugno allo stadio San Paolo, ma le polemiche non si placano. E non solo per quanto riguarda le interpretazioni dei cantanti non napoletani saliti sul palco, ma anche per il decoro e l’abbandono di rifiuti da parte di spettatori e ambulanti, che ancora si trovano nei pressi dello stadio.

Puntuale la denuncia dei consiglieri dei Verdi Francesco Borrelli e Marco Gaudini: “Vanno rimossi al più presto”.

Rifiuti dopo due giorni dal concerto, la denuncia dei consiglieri

“Sono passati due giorni dal tributo a Pino Daniele che ha visto oltre quarantamila persone affollare lo stadio San Paolo. Purtroppo ancora oggi la zona circostante l’impianto di Fuorigrotta è ancora invasa dai rifiuti lasciati a terra dagli spettatori e dai venditori ambulanti. Occorre un intervento urgente dell’Asia per rimuoverli in tempi brevi restituendo il decoro a tutta l’area. Napoli deve dimostrare di poter ospitare i grandi eventi anche dal punto di vista organizzativo, a partire proprio dai servizi di pulizia straordinaria per restituire ai cittadini strade e marciapiedi praticabili”. Lo hanno dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale del Sole che Ride, Marco Gaudini.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button