Cronaca

Covid focolaio in una scuola ad Acerra: 4 positivi e classe in quarantena

Sono 27 gli studenti finiti in quarantena e costretti alla didattica a distanza fino al 16 ottobre

Il Covid torna tra i banchi di scuola. Sono 4 gli alunni positivi in una scuola di Acerra. Un’intera classe di liceo è finita in quarantena fino al prossimo 16 ottobre costringendo 27 ragazzi alla didattica a distanza. “Ma il numero sta crescendo – spiegano alcuni genitori a Il Mattino – abbiamo infatti deciso di non aspettare l’Asl e di effettuare i tamponi privatamente.

Covid: classe in quarantena ad Acerra

Finora abbiamo notizia di sei positivi, tra vaccinati e non vaccinati. Riteniamo assurdo che l’azienda sanitaria non si sia mossa in tempi rapidi, facendo così aumentare il rischio di contagi nella platea scolastica: la convocazione per i tamponi, infatti, è prevista tra dieci giorni. Purtroppo i ragazzi hanno continuato a frequentare fino alle disposizioni arrivate ieri, e non sappiamo quanti ancora potrebbero risultare positivi. Nel frattempo sono stati a contatto con genitori e familiari, e il rischio che ci siano molti più contagiati, sta diventando elevato” hanno riferito i genitori.

Il dirigente scolastico rassicura le famiglie

Il dirigente scolastico, Giovanni La Montagna, invece, tranquillizza sull’eventualità di un focolaio, sottolineando che tutte le misure previste dal ministero di competenza e dall’unità di crisi “sono state rispettate“. “Nei giorni scorsi i genitori di uno studente ha informato la scuola della positività dello stesso ad un tampone rapido – ha spiegato – ed è stata subito informata l’unità di prevenzione. I genitori sono stati invitati a verificare eventuali sintomi riconducibili al Covid, e purtroppo altri tre ragazzi sono risultati positivi. A questo punto, secondo quanto previsto dalle normative, l’Asl ha disposto la quarantena dell’intera classe e sono partite le indagini molecolari per i rimanenti ragazzi. Come scuola abbiamo fatto tutto quanto rientra nei protocolli e non possiamo recriminarci nulla“.


Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button