Cronaca

A 100 anni sconfigge il Covid e diventa ricca grazie ad un buono fruttifero trovato in casa

Napoli, a casa per il Covid trova un buono fruttifero postale e diventa ricca a 100 anni: la storia della signora Angela

Costretta in casa dal Covid, diventa ricca grazie ad un buono postale fruttifero di 40 anni fa. Succede a Napoli dove la signora Angela D’Ottavi è guarita dal Coronavirus all’età di 100 anni, diventando ricca grazie ad una inattesa scoperta tra le mura domestiche come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Covid Napoli, anziana diventa ricca grazie ad un buono postale fruttifero 

Durante il periodo di isolamento per l’infezione da Covid, la signora Angela ha trovato in casa un buono postale fruttifero degli anni Ottanta. La nonnina mai avrebbe immaginato che proprio quel titolo – oggi dal valore di 482mila euro – che aveva dimenticato per anni, le avrebbe cambiato la vita.

Il valore del buono

“Il buono fruttifero rinvenuto da Angela le era stato fatto dal padre con la propria liquidazione e aveva un valore nominale di 50 milioni di lire” hanno spiegato gli avvocati Luigi De Rossi e Samantha Faiella, intervenuti con l’associazione Giustitalia “perché l’importo a cui aveva diritto l’anziana, era molto di più di quello stabilito in un primo momento da Poste italiane”.


covid-napoli-buono-fruttifero-postale-100-anni


Inizialmente era stato calcolato un ‘premio’ di circa 200mila euro ma, aggiungono i legali “ad un esame più attento della giurisprudenza di merito e delle recenti decisioni dell’Arbitrato Bancario Finanziario è emerso che l’importo dovuto era praticamente più del doppio di quello prospettato da Poste italiane. I tassi di interesse che devono essere applicati sono quelli stampati sul retro del buono e non quelli notevolmente inferiori che si sono succeduti nel corso degli anni”.

Le beneficenza

Questi soldi mi serviranno anche per fare tanta beneficenza. La felicità sarà poter aiutare ancora di più gli altri” ha spiegato la donna che non ha figli e vive con la sua badante. La sua storia inizia lo scorso novembre quando la signora Angela ha iniziato la sua battaglia col Covid. Fortunatamente i sintomo palesatisi sono sempre stati lievi e così la donna è rimasta in casa dove, tra una pulizia e l’altra, ha trovato un buono postale fruttifero emesso nell’ottobre del 1986 dal padre.

Articoli correlati

Back to top button