Cronaca

A Napoli continua la fuga dal vaccini: boom di rinunce | Scoppia il “caso” Pozzuoli

A Napoli ancora rinunce al vaccino anti Covid: boom a Pozzuoli dove, invece, si registrano lunghe code di persone in attesa

Napoli si continuano a registrare rinunce al vaccino anti Covid. Quella di ieri, martedì 23 marzo, è stata un’altra giornata negativa in tal senso. Una serie di rinunce del personale sanitario – destinatario di Astrazeneca – convocato tra domenica e lunedì.

Covid, a Napoli ancora rinunce al vaccino

Come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino, al Covid Vaccine Center della Mostra d’Oltremare, ieri si è ripresentato lo scenario di desolazione già vissuto domenica, replicando lo stesso flop sulle presenze. Il boom delle assenze è stato registrato tra i 2000 operatori sanitari convocati e suddivisi tra 500 presenze alla Stazione Marittima e 1500 alla Mostra. Tutto liscio, invece, per la somministrazione di circa 200 seconde dosi Pfizer agli over 80 e alcune decine di inoculazioni per le forze dell’ordine. Oggi riprenderanno anche i vaccini ai fragili.

Il “caso Pozzuoli”

Pozzuoli invece la situazione è completamente diversa. Ieri, per il terzo giorno di fila, hanno atteso il proprio turno davanti all’ingresso della palazzina che ospita otto ambulatori vaccinali centinaia di persone. Insieme al personale scolastico e agli over settanta da 48 ore al Santa Maria delle Grazie sono iniziate le vaccinazioni anche per le categorie fragili, compresi i malati oncologici. Quattrocento in media sono i sieri somministrati ogni giorno, di cui 234 con AstraZeneca e 166 con Pfizer nella sola giornata di lunedì.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button