CronacaPolitica

Decreto Campi Flegrei, via libera della Camera: “Ma mancano le risorse”

Approvato dalla Camera dei Deputati il decreto che contiene le disposizioni urgenti per prevenire il rischio sismico connesso al fenomeno bradisismico nell’area dei Campi Flegrei. I voti a favore sono stati 133, nessun contrario, 86 gli astenuti.

Decreto Campi Flegrei approvato dalla Camera

La Camera dà il via libera al decreto legge che contiene le disposizioni urgenti per prevenire il rischio sismico connesso al fenomeno bradisismico nell’area dei Campi Flegrei. I voti a favore sono stati 133, nessun contrario e 86 gli astenuti.

I commenti

Soddisfazione per la maggioranza. Il deputato della Lega e relatore del provvedimento Gianpiero Zinzi ha dichiarato: “Quello di governo e Parlamento è un impegno senza precedenti nei confronti dei Campi Flegrei, approvando un provvedimento storico con uno stanziamento giunto a 55 milioni con i nostri emendamenti in commissione Ambiente. Il commissario straordinario e presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca invece risulta non pervenuto, avendo sfiorato il tema dei Campi Flegrei solo trattandone le bellezze storiche e naturali. Insomma, come se fosse un turista svedese che atterra per la prima volta in Campania pur essendo commissario per l’emergenza da ben otto anni“.

Una diversa visione invece è quella di Maria Chiara Gadda, vicepresidente del gruppo di Italia Viva: “Finalmente si riconosce la specificità dei fenomeni bradisistici definendo un piano strategico di prevenzione, in un’area che nelle ultime settimane ha visto l’intensificarsi di eventi preoccupanti per i cittadini di Pozzuoli e dell’area dei Campi Flegrei. Detto questo, Italia Viva si è astenuta perché al decreto mancano le risorse per garantire l’effettiva operatività del piano”.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio