Pozzuoli, diede fuoco alla compagna incinta: condanna a 18 anni di carcere

femminicidio

Diede fuoco alla moglie che era in attesa della loro bambina: la Cassazione ha confermato la condanna a 18 anni di reclusione

POZZUOLI. Condannato a 18 anni di reclusione Paolo Pietropalo, l’uomo che diede fuoco all’ex compagna Carla Ylenia Caiazzo per pura gelosia. La donna si salvò solo grazie all’intervento tempestivo di un vigilante.

Diede fuoco alla compagna incinta: la Cassazione conferma la condanna a 18 anni di reclusione

La Cassazione ha confermato la condanna a 18 anni di reclusione nei confronti di Paolo Pietropalo, accusato di tentato omicidio e stalking per aver dato fuoco alla ex compagna Carla Ylenia Caiazzo, incinta della loro bambina. La donna riuscì a salvarsi ed è stata sottoposta a numerosi interventi per porre rimedio ai danni delle ustioni.

L’episodio accadde a Pozzuoli il primo febbraio del 2016, ed il movente di questo tentato femminicidio è stato indicato dagli inquirenti nella gelosia dell’uomo.

I commenti del legale della donna

«La Cassazione ha fatto giustizia non solo per Carla ma per tutte le donne che quotidianamente sono vittima della violenza bieca di pusillanimi». Così, l’avvocato Maurizio Zuccaro, legale di Carla Caiazzo, la donna incinta che il primo febbraio 2016, a Pozzuoli, per gelosia venne data alle fiamme dall’ex.

TAG