Cronaca

Donna uccisa a Napoli, preso dopo 12 anni l’assassino

Nella serata del 3 aprile 2011, Wu Shufen, una donna di 48 anni conosciuta come Angela, venne trovata morta nel suo appartamento di via San Attanasio 25. La casa, un piano terra, era in disordine e sul corpo della vittima erano presenti numerose ferite da arma tagliente e da punta. La donna era stata derubata e uccisa. Dodici anni dopo quegli eventi, è stata arrestata una terza persona ritenuta responsabile dell’omicidio.

Donna uccisa a Napoli, preso dopo 12 anni l’assassino

Le indagini condotte immediatamente dopo l’omicidio portarono all’individuazione di Vincenzo Rubino, nato nel 1992, e Lucio Di Roberto, nato nel 1993 e minorenne all’epoca. Entrambi furono poi condannati in via definitiva. Gli inquirenti stabilirono che la vittima era stata uccisa a seguito di numerosi colpi inferti in varie parti del corpo mentre cercava di opporsi alla rapina di una somma di denaro pari a 230 euro.

Recenti sviluppi investigativi, basati sulle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia, hanno permesso di acquisire “gravi indizi di colpevolezza” nei confronti di C.P., la persona arrestata oggi. Al momento dell’omicidio, aveva 20 anni e il suo nome non era mai stato menzionato in precedenza. Legato da relazioni familiari a importanti elementi del clan Contini, una organizzazione camorristica della zona Vasto-Arenaccia, C.P. aveva costruito una reputazione criminale tale da generare un “clima di omertà” nei suoi confronti.

La misura cautelare è stata eseguita in carcere, dove l’indagato (per concorso in rapina pluriaggravata e concorso in omicidio volontario pluriaggravato) è attualmente detenuto per altri reati.

Mostra di più

Ileana Picariello

Ileana Picariello, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio