PoliticaSpeciale Elezioni

Elezioni comunali 2022 a Sant’Antimo: il sindaco è Massimo Buonanno

I risultati delle elezioni comunali 2022 e dello spoglio elettorale

Il nuovo sindaco di Sant’Antimo è Massimo Buonanno. Si è votato per rinnovare il sindaco e il consiglio comunale: ecco i risultati delle elezioni comunali 2022 e dello spoglio elettorale. I seggi sono stati aperti la sola giornata di ieri, 12 giugno, dalle ore 7 alle 23.

Elezioni comunali 2022 a Sant’Antimo: il sindaco è Massimo Buonanno

Di seguito i risultati delle elezioni comunali di Sant’Antimo dove è stato eletto sindaco l’avvocato Massimo Buonanno, ex consigliere di maggioranza. Sostenuto da quattro liste di centrosinistra, ha avuto la meglio su Giuseppe Italia.


Corruzione elettorale a Sant’Antimo, schede intestate ad altri: denunciato 45enne

Corruzione elettorale a Sant’Antimo, in provincia di Napoli: un uomo di 45 anni nascondeva in casa alcune schede elettorali intestate a terzi. Denunciato e le schede sequestrate. I carabinieri hanno perquisito l’abitazione di un uomo in seguito ad una segnalazione anonima: all’interno hanno rinvenuto 3 schede elettorali intestate a terzi. L’uomo non ha saputo dare alcuna spiegazione in merito. Le schede sono state sequestrate e il 45enne denunciato.


TUTTI I SINDACI ELETTI


Elezioni in provincia di Napoli, si vota in 13 comuni

In provincia di Napoli sono 13 i Comuni chiamati al voto per il rinnovo del Consiglio e l’elezione del sindaco. Tra questi i più popolosi sono Pozzuoli, Acerra, Portici e Nola. A Sant’Antimo si torna a eleggere il sindaco dopo lo scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose. Nel napoletano si vota anche a Barano d’Ischia, Casamarciano, Ischia, Lettere, Pimonte, Somma Vesuviana, Tufino e Visciano. Non si voterà a Torre Annunziata dopo lo scioglimento per infiltrazioni camorristiche.

Come funziona il quorum

Nei piccoli Comuni, ovvero quelli sotto i 15mila abitanti, che avranno una sola lista in corsa per le elezioni, il quorum scenderà al 40%. A stabilirlo è il nuovo decreto del Governo pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Sono molti i Comuni al voto in cui per le elezioni si profila la presenza di una sola lista, come Sovere e Leffe per esempio, una tendenza sempre più frequente nei piccoli paesi. Proprio per questo è arrivato il nuovo decreto del Governo che sposta dal 50% al 40% il quorum necessario per rendere valida l’elezione del sindaco e del consiglio comunale. Abbassare il quorum significa quindi abbassare il rischio di commissariamento.


Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button