Economia

Guida all’acquisto dei diamanti, una scelta sempre più praticata

Comprare diamanti per uso investimento, non più soltanto con finalità estetiche di decorazione: Una tendenza in forte crescita

Comprare diamanti per uso investimento, non più soltanto con finalità estetiche di decorazione. Una tendenza in forte crescita negli ultimi tempi, causa i mercati tradizionali che stentano a dare certezze e, di conseguenza, le scelte dei consumatori che si orientano sempre più verso i cosiddetti ben rifugio, materie prime di valore perlopiù tra le quale l’oro spicca di gran lunga.

Accanto al metallo giallo, preziosi e ricercatissimo, si stanno facendo strada altri materiali che vengono trattati come asset: i diamanti sono tra questi. Tanti consumatori si appellano al mercato per acquistarne ad uso investimento, ma è in crescita anche la compravendita, quindi la scelta, da parte di chi ne possiede, di metterli in vendita anche privatamente. Un mercato che sta prendendo piede e diventando sempre più frizzante.

Come acquistare e vendere diamanti

Attenzione anche alle truffe che in questo campo sono all’ordine del giorno; quando si decide di acquistare un diamante o di andare a rivenderlo dopo averlo comprato, è bene porre massima attenzione all’interlocutore che si ha di fronte.

Oggi vendere diamanti sciolti può diventare un’opportunità di business e in molti si lanciano nell’impresa. Questo perché, analizzando l’altra faccia della medaglia, l’acquisto di diamanti sfusi può essere un’opzione interessante per i consumatori, anche a livello di investimento e di business.

Molti piuttosto che acquistare la pietra prefabbricata in una montatura o in un gioiello, preferiscono selezionare a mano la pietra o le pietre esatte che desiderano, per un prezzo che si classifica in un rane del 30 /50% in meno rispetto a un diamante già pronto. Per attingere a questo mercato di diamanti sfusi personalizzabili come fornitore, è possibile acquistare una grande quantità di pietre da un grossista e rivendere i prodotti così come sono o in forma finita.

I rischi del mercato dei diamanti

Il tutto, come si diceva, ponendo la massima attenzione ad eventuali rischi di truffe e frodi, che nel mondo dei diamanti trovano particolare terreno fertile. Attenzione in particolare alle contraffazioni, ogni diamante che si acquista deve avere una propria certificazione che riassuma le sue caratteristiche: si parla di taglio, colore, purezza e fluorescenza.

Esistono enti appositi che hanno il compito di rilasciare certificazioni di qualità e di autenticità dei diamanti: si parla in particolare del GIA (Gemological Institute of America, GIA), della Società Americana di Gemmologia (American Gem Society, AGS) e dell’Istituto Gemmologico Internazionale (International Gemological Institute IGI).

Articoli correlati

Back to top button