Cronaca

Lavoratori in nero con reddito di cittadinanza e clandestini: denunciato imprenditore agricolo ad Acerra

All’interno dell’azienda i carabinieri hanno trovato sei lavoratori in nero e di questi tre sono risultati irregolari sul territorio nazionale e due percettori del Rdc

Lavoro in nero in Campania, denunciato un imprenditore agricolo di Acerra per sfruttamento di lavoro irregolare ed impiego di cittadini di paesi terzi senza permesso di soggiorno.  L’uomo aveva assoldato, per la semina dell’insalata nei campi dei lavoratori che percepivano il reddito di cittadinanza e lavoravano in nero, oltre ad extracomunitari non in regola con il permesso di soggiorno.

Lavoro in nero per clandestini e percettori del Rdc: il blitz dei Carabinieri ad Acerra

A scoprire la sequenza di reati sono stati i carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna insieme ai militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Napoli durante un servizio a largo raggio promosso nel territorio della provincia di Napoli per contrastare in particolare la piaga caporalato, assai diffusa specie nel settore agricolo.

La scoperta

All’interno dell’azienda i carabinieri hanno trovato sei lavoratori in nero e di questi tre sono risultati irregolari sul territorio nazionale mentre per altri due è scattata la segnalazione all’Inps visto che risultavano percettori del reddito di cittadinanza. Corrono il rischio di perderlo e di restituire l’ammontare degli assegni sin qui ottenuti.

Articoli correlati

Back to top button