Cronaca

Formiche nell’ospedale di Fuorigrotta: assolti manager e medici

Formiche nell’ospedale San Paolo di Fuorigrotta, il processo si chiude senza condanne: sono stati assolti sia manager che medici a distanza dello scontalo di sei anni fa. Lo riporta l’odierna edizione del Mattino.

Formiche in corsia, assolti manager e medici dell’ospedale di Napoli

A sei anni di distanza il processo è stato concluso: e senza alcuna condanna. I giudici della settima sezione penale del Tribunale di Napoli hanno assolto tutti gli indagati. I fatti risalgono agli anni tra il 2017 e il 2021 che portarono alla formulazione di una serie di capi di imputazione nei confronti di manager e personale sanitario sulle regole igieniche: peculato, falso in atto pubblico, omissione di atti d’ufficio. Questi i reati contestati, a vario titolo, gli imputati e ieri, dopo anni di indagini e udienze, si è giunti a un verdetto di assoluzione piena.

La sentenza

Assolta «perché il fatto non sussiste» Loredana Di Vico: all’epoca dei fatti responsabile dell’Uoc Acquisizione beni e servizi dell’Asl Napoli 1 Centro, accusata di peculato per aver disposto pagamenti alla ditta esecutrice del servizio di pulizia. Con la stessa formula, «perché il fatto non sussiste», sono stati assolti tutti gli altri imputati: il responsabile di cantiere Guido Della Magna, i direttori sanitari Maurizio D’Amora , Vito Roberto Rago, Michele Ferrara, Nunzio Quinto, Antonio Di Martino e il responsabile dell’Uoc Acquisizione beni e servizi Edoardo Sommella che prese il posto della Di Vico.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio