Cronaca

Napoli, in isolamento da tre giorni: “Attendo il tampone, non posso tornare a lavoro”

Napoli, l’odissea di un 65enne che non può fare ritorno a lavoro perché in attesa dell’esito del tampone a cui si è sottoposto all’aeroporto di Capodichino al rientro da un viaggio in Belgio.

Attende il tampone e non può tornare a lavoro

Il protagonista dell’episodio è Gennaro Vitale, 65enne di Napoli, che già sabato scorso avrebbe dovuto riprendere il lavoro di collaboratore scolastico e responsabile tecnico in un istituto. L’uomo si trova oggi in isolamento fiduciario in attesa di notizie.

L’uomo era stato insieme alla moglie in Olanda, da dove ha poi raggiunto via terra la città di Anversa per trascorrere le vacanze estive con uno dei figli residente nella cittadina belga.

«Io e mia moglie siamo rientrati venerdì – racconta Gennaro – e abbiamo richiesto un tampone anche se gli operatori sanitari continuavano a dirci che non era necessario. Adesso ci troviamo prigionieri in casa da tre giorni, e in più con il frigo e la dispensa praticamente vuoti».

 

Articoli correlati

Back to top button