Cronaca

Napoli, il mercato nero del seme: 15mila euro a gravidanza

Un "commercio" che trova spazio sui social network

Un mercato nero del seme Napoli. A scoprirlo è stato Luca Abete, storico inviato campano di Striscia la Notizia, tg satirico di Canale 5. Un un vero e proprio mercato nero del seme, dedicato a coppie gay o aspiranti madri single che non potrebbero usufruire della fecondazione artificiale. Non solo: Luca Abete ha beccato anche uomini disposti a promettere gravidanze in cambio di denaro.

Napoli, il mercato nero del seme scoperto da Luca Abete

Un “commercio” che trova spazio sui social network, dove esistono gruppi dedicati a questo tipo di “affari”. Molti uomini, infatti, offrono il proprio seme a donne che desiderano restare incinte. Ovviamente, la cosa avviene a pagamento. 

Nel servizio di Luca Abete, è stato organizzato un finto appuntamento al Centro Direzionale di Napoli. Una donna ha chiesto un incontro a un uomo dopo aver letto un annuncio via web. L’uomo ha raccontato di avere esperienza nel settore, chiedendo fino a 15mila euro per ingravidarla.


napoli-mercato-nero-seme
Il servizio

Inoltre, ha assicurato di poter metterla incinta dopo il primo rapporto sessuale, rifiutandosi di sottoporsi agli esami di rito necessari per dimostrare di essere in buona salute e non avere malattie sessualmente trasmissibili. All’arrivo di Luca Abete, l’uomo si è dato alla fuga.

Articoli correlati

Back to top button