Cronaca

Napoli, sparatoria all’ospedale dei Pellegrini: feriti due minorenni

Sparatoria all’interno del pronto soccorso dell’ospedale dei Pellegrini a Napoli, sono rimasti feriti un pregiudicato e due minorenni.

Sparatoria all’ospedale Pellegrini: due minori feriti

Panico e paura questa notte all’ospedale dei Pellegrini a Napoli, dove un uomo con il volto coperto da un casco integrale avrebbe sparato all’impazzata all’interno del pronto soccorso, pochi minuti dopo l’arrivo un uomo con ferite di arma da fuoco alle gambe.

Il tutto sarebbe successo questa notte intorno alle ore 2.30, quando il malvivente avrebbe esploso sette colpi all’impazzata, sfiorando gli astanti e la guardia particolare giurata in servizio.

Sul posto presenti le forze dell’ordine e gli agenti della scientifica. Lo sconosciuto che ha sparato all’interno del nosocomio potrebbe essere la stessa persona che ha ferito il malcapitato alle gambe, un ragazzo di 22 anni,V.R., originario dell’Arenella. 

Stando alle prime ricostruzioni, sembra che il giovane sia stato preso di mira presso la piazzetta Matilde Serao. Dopo il ferimento, gli amici l’hanno trasportato in ospedale e in seguito ai colpi esplosi sarebbero stati feriti anche loro all’interno del pronto soccorso.

Ferito due minorenni

“Credo proprio che questa notte sia stato oltrepassato ogni limite. Di questo passo arriveremo ai camici bianchi antiproiettile”, dice il commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva dopo la sparatoria avvenuta la scorsa notte nel cortile dell’ospedale Vecchio Pellegrini.

“E sono rimasti feriti di striscio almeno altri due ragazzi minorenni, che erano con il 22enne: una ragazza e un ragazzo, che verosibilmente sono stati feriti qui in ospedale”, lo dice il chirurgo Giuseppe Fedele, che era presente alla sparatoria. “Ho chiesto loro di contattare i genitori, in quanto minori, ma sono andati subito via”, racconta stamattina il medico.

Il colpo ha trapassato entrambe le gambe della vittima ed è uscito. “Le condizioni cliniche del paziente”, riporta il referto, “sono stabili”.

Articoli correlati

Back to top button