Cronaca

Vacanza a Napoli, svaligiata la macchina in 15 minuti mentre erano pronti per ripartire

I due infermieri napoletani vivono e lavorano a Milano

Ad una coppia di infermieri napoletani in vacanza a Napoli, gli è stata svaligiata la macchina in 15v minuti, mentre erano pronti pe ripartire. I due infermieri vivono e lavorano a Milano e avevano deciso di tornare al Sud per salutare i parenti durante le ferie estive.

Napoli, svaligiata la macchina in 15 minuti: dovevano ripartire

Dopo una breve permanenza in città i due erano pronti a ripartire. Salutati parenti e amici, dopo aver caricato tutte le valige in auto, i due hanno deciso di fare una sosta al McDonald di Afragola prima di affrontare il lungo tragitto.

Quando sono tornati alla macchina la coppia ha rinvenuto il lunotto di un finestrino spaccato, le serrature disinserite e più nulla all’interno. Sono bastati circa 15 minuti ai ladri per svaligiare completamente l’auto dei due infermieri, privandoli di tutti i loro averi presenti all’interno della vettura, portando con sé persino le mozzarelle che avevano acquistato per portarle a Milano.

Le parole di Borrelli

“Furti e rapine sono oramai all’ordine del giorno – ha commentato il consigliere regionale, Francesco Emilio Borrelli – Tutti i cittadini sono bersagliati da ladri, scippatori e delinquenti. Nessuno è più al sicuro. Questa è la cartolina che la nostra città presenta ai turisti che arrivano da ogni parte del mondo.

Abbiamo ancora nella mente le immagini delle rapine a mano armata commesse ai danni di italiani e stranieri in vacanza nel cuore della nostra città. Questo è il salato conto che tutti sono costretti a pagare, anche ai figli della sua stessa terra che magari lavorano altrove, come questa coppia di infermieri, e tornano al Sud per trascorrere qualche giorno piacevole tra amici e parenti.

Invece si ritrovano derubati di tutti i loro averi, persino delle mozzarelle che magari avevano acquistato con amore per farle provare a qualche amico del Nord. I cittadini chiedono più sicurezza e le istituzioni non possono restare sorde a tale richiesta.

Chiediamo che tutti i luoghi maggiormente a rischio per episodi di questo tipo siano controllati con dei sistemi di videosorveglianza efficienti, in questo modo sarà semplice individuare i delinquenti e assicurarli alla giustizia”. Così ha concluso Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.

Articoli correlati

Back to top button