Cronaca

Allerta meteo, alba di maltempo a Napoli | Centinaia di fulmini caduti sulla città

Maltempo a Napoli, tempesta e attività elettrica in città: si contano centinaia di fulmini caduti sulla città

Una vera e propria tempesta si sta abbattendo su Napoli in questi minuti. Nella mattinata di oggi, martedì 5 ottobre, si sta registrando un nubifragio e – soprattutto – una intensa e fortissima attività elettrica centinaia di fulmini caduti sulla città.

Maltempo a Napoli, tempesta e attività elettrica in città

Temporali e raffiche di vento: diramata allerta meteo, domani 5 ottobre, in Campania. La Protezione Civile della Regione Campania informa che la perturbazione attualmente in atto sulla Liguria, secondo l’evoluzione prevista dai modelli matematici, transiterà lungo la fascia tirrenica per raggiungere la nostra regione a partire dalle prime ore di domani.

Allerta meteo in Campania per oggi, 5 ottobre

Si tratta di un sistema frontale che potrà portare “precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale”, anche intensi. Un quadro meteo associato anche a possibili raffiche di vento nei temporali.

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo con Rischio idrogeologico localizzato valevole a partire dalle 6 di domani mattina e fino alle 6 di mercoledì sulle seguenti zone: 1 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana), 2 (Alto Volturno e Matese), 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini), 5 (Tusciano e Alto Sele); 6 (Piana Sele e Alto Cilento); 8 (Basso Cilento).

La perturbazione raggiungerà prima i quadranti settentrionali della Campania per poi scendere a Sud.
A tale scenario è connesso un rischio idrogeologico localizzato con:

  • – Ruscellamenti superficiali e possibili fenomeni di trasporto di materiale;
  • – Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
  • – Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse;
  • – Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc);
  • – Possibili cadute massi in più punti del territorio;
  • – Occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili.​

Le raccomandazioni

La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di prestare la massima attenzione attivando tutte le misure atte a mitigare e contrastare i fenomeni attesi, anche in linea con i rispettivi Piani

 

Articoli correlati

Back to top button