Cronaca

Napoli: i trucchi dei parcheggiatori abusivi per raggirare la legge

NAPOLI. I parcheggiatori abusivi napoletani, bersagliati in questo ultimo periodo dalle numerose denunce, hanno sviluppato un metodo per raggirare i provvedimenti di allontanamento: si scambiano il luogo di “lavoro”.

Parcheggiatori abusivi: i trucchi per raggirare i provvedimenti di allontanamento

A Napoli c’è una soluzione ad ogni problematica e anche i parcheggiatori abusivi hanno trovato un modo per sopperire al problema dei provvedimenti di allontanamento: cambiano il posto di lavoro così possono taglieggiare le persone senza rischiare. La soluzione è già di per sé insita nelle pieghe stesse della Legge Minniti che consente di emettere il cosiddetto Daspo urbano.

Nel testo viene spiegato che l’ordine di allontanamento si riferisce al «luogo in cui è stato commesso il fatto»: cioè un parcheggiatore sorpreso alla Riviera di Chiaia non dovrà più farsi trovare per qualche mese alla Riviera di Chiaia. Ma se trasferisce la sua «attività» al Vomero non sta contravvenendo a quel provvedimento. Così, spiega chi s’intende di abusivi, quando arriva il decreto basta cercare un «collega» con il quale scambiare la strada da taglieggiare e il gioco è presto fatto.

 

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button