EconomiaInchiestaLavoro

Ocse: “Italia, scende la disoccupazione, ma il tasso resta alto”

NAPOLI. Il tasso di disoccupazione in Italia è “sceso ma, all’11,2% nell’aprile 2018, rimane il terzo più alto tra i paesi dell’Ocse e 4,6 punti percentuali sopra il livello del 2008”: è quanto scrive l’Ocse aggiungendo che “i salari reali sono scesi dell’1,1% tra il quarto trimestre 2016 e il quarto trimestre 2017, rispetto a una media Ocse del +0,6% nello stesso periodo”. Lo riporta l’Ansa.

Ocse: l’Italia migliora, ma lentamente

Per l’Organizzazione il mercato del lavoro in Italia è “migliorato negli ultimi anni ma più lentamente che in altri paesi” ma “le proiezioni Ocse suggeriscono che la tendenza positiva continuerà nei prossimi due anni”. Nonostante questo “non sorprende che, dato l’ancora elevato tasso di disoccupazione e l’incidenza di contratti a termine, il livello d’insicurezza nel mercato del lavoro (la probabilità di perdere il posto e restare senza reddito) sia il quarto più alto tra i paesi Ocse, dopo Grecia, Spagna e Turchia”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button