Cronaca

Omicidio Lettere, Domenico conosceva il suo assassino | Due parole, poi gli spari

Omicidio di Domenico Giordano a Lettere, proseguono le indagini. Il 73enne forse conosceva il suo assassino

Restano aperte le indagini sull’omicidio di Domenico Giordano, 73nne ucciso Lettere nella serata di domenica 1  agosto. L’elicotterista della guardia di finanza in congedo e incensurato è stato ucciso con tre colpi di pistola mentre rientrava a casa e, forse, conosceva il suo assassino.

Omicidio di Domenico Giordano a Lettere, le indagini

Come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino, nessuno riesce a spiegarsi l’omicidio avvenuto nella serata di domenica. Era una brava persona, di una famiglia perbene”. Celibe e pensionato, da anni Domenico Giordano si dedicava alla cura dell’orto di famiglia col fratello. Era in trattativa per comprare un terreno sempre a Lettere.

L’inchiesta, coordinata dalla Procura di Torre Annunziata con il procuratore Nunzio Fragliasso e il sostituto Andreana Ambrosino, è condotta dai carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia, agli ordini del capitano Carlo Venturini.

Chi è Domenico Giordano, l’uomo ucciso a Lettere

L’agguato ha avuto come vittima Domenico Giordano, un anziano della zona, incensurato. Il 73enne era un ex elicotterista, ora in pensione. “Lo avevo incontrato a messa nella chiesa di Sant’Anna stamattina” ha raccontato il sindaco Sebastiano Giordano. Sul caso, che si presenta come un vero e proprio giallo, indagano i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia.

Articoli correlati

Back to top button