Cronaca

Fortuna uccisa in casa dal marito, dietrofront della giustizia: “Quell’uomo è sadico, deve finire in carcere”

Omicidio Fortuna Bellisario, il marito rischia di tornare in carcere. Svolta nell'inchiesta dell'omicidio della donna uccisa nel 2019 in casa

Svolta nell’inchiesta dell’omicidio di Fortuna Bellisariouccisa nel 2019 in casa a Napoli. Il Riesame infatti ha accolto l’appello della Procura, disponendo così la misura degli arresti in carcere di Vincenzo Lo Presto, marito di Fortuna, che due mesi fa aveva ottenuto il beneficio degli arresti domiciliari. Due anni fa Fortuna Bellisario fu uccisa dopo che l’uomo avrebbe incitato i figli a picchiare la madre per non essere picchiati a loro volta. I figli hanno anche raccontato di sevizie.

Omicidio Fortuna Bellisario, disposto il carcere per il marito

È questa – come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino – la decisione dell’ottava sezione, collegio F, del Riesame che ha così ribaltato le decisioni del gip Provvisier, che aveva concesso gli arresti domiciliari all’indagato, al termine di una traiettoria motivazionale che racchiude uno dei nodi di questa vicenda.

Lo Presto fu arrestato con l’accusa di omicidio volontario e condannato a 10 anni ma per omicidio preterintenzionale. L’inchiesta condotta dal pool reati contro le fasce deboli coordinato dal procuratore Raffaello Falcone invece ha fatto emergere conclusioni differenti.

La decisione

Attualmente Lo Presto non finirà in cella, avendo ancora la possibilità di ricorrere per Cassazione e ottenere l’annullamento di quest’ultimo provvedimento.

Articoli correlati

Back to top button