Cronaca

Napoli, va lento con lo scooter: uomo picchiato in strada

A Napoli un uomo è stato picchiato perché “accusato” di andare lento con lo scooter. Un’aggressione, l’ennesima, avvenuta in via Cilea, al Vomero. L’aggressione si è consumata nella tarda serata di domenica 8 gennaio: “Mi ha colpito al volto, sono caduto. Lui si è piegato su di me e ha continuato a sferrarmi pugni sulla faccia. Gli chiedevo di smettere ma non si fermava” ha raccontato al Mattino.

Picchiato perché va lento con lo scooter, paura a Napoli

Il conducente di un’auto che gli si è incollata alle spalle ha iniziato a lampeggiare, insultandolo anche se la strada era deserta. A quel punto, il centauro, infastidito, ha fatto segno di sorpassare e a quel punto è scattata l’aggressione. L’uomo ha mostrato il suo volto tumefatto sui social. Poi ha rimosso il post: “Ho moglie e figli, non mi sento sicuro, non voglio che possano esserci ritorsioni”.

Il racconto

Dei momenti dell’aggressione ha ricordi confusi: “L’auto s’è fermata, il guidatore è rimasto in piedi vicino allo sportello mentre il passeggero puntava dritto verso di me. Non ha detto nemmeno una parola, mi ha colpito con violenza sulla faccia. Sono caduto, indossavo ancora il casco, e solo per questo adesso posso raccontare questo evento, perché la testa ha battuto forte sul marciapiede. Mentre ero a terra l’aggressore si è chinato su di me e ha continuato a darmi colpi violentissimi sul volto, mirava solo alla faccia, voleva farmi male. Non parlava, colpiva come un ossesso. Ricordo di aver detto basta, basta, ma non mi ascoltava, continuava solo a farmi del male“-

Redazione L'Occhio di Napoli

Redazione L'Occhio di Napoli: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Back to top button