Politica

Protezione civile e calamità naturali, 600mila euro per i comuni

NAPOLI. La Città Metropolitana di Napoli ha approvato la variazione al Bilancio di Previsione 2017-2019 annualità 2017 di 600mila euro allo scopo di finanziare l’erogazione di contributi ai Comuni dell’Area Metropolitana per l’acquisto di mezzi, attrezzature e macchinari necessari per le attività di protezione civile, mancanti alla dotazione dei Comune richiedenti e loro forme associative dell’Area della Provincia di Napoli.

Come presentare la domanda

Su 92 Comuni dell’Area Metropolitana, saranno 46 i beneficiari per un totale di 600mila euro. La domanda di partecipazione, da indirizzare a Città Metropolitana di Napoli Pianificazione Territoriale, Urbanistica – Sviluppo, valorizzazione e tutela ambientale, completa di tutta la documentazione, deve pervenire entro e non oltre le ore 24 del quinto giorno successivo a quello della pubblicazione del presente Avviso Pubblico sul sito istituzionale della Città Metropolitana di Napoli, esclusivamente per via telematica tramite casella di posta elettronica certificata (PEC) del Comune richiedente, all’indirizzo cittametropolitana.na@pec.it; ai fini del rispetto dei termini di presentazione di cui al precedente co. 1, per le domande inviate a mezzo pec, fa fede la ricevuta di accettazione della pec.

I criteri di valutazione

Per i criteri di valutazione si considera: l’aver subito calamità naturali nell’anno 2017, come incendi, frane, allagamenti, danni sismici e l’aver progettato attività di protezione civile con particolare riguardo alla salvaguardia e incolumità delle persone. Tutte le attività, relative al finanziamento, devono essere concluse entro il termine di 180 giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso pubblico sul sito della Città Metropolitana di Napoli.

Il commento

Soddisfazione da parte del consigliere delegato alle Strade Raffaele Cacciapuoti: “Ancora una volta – ha dichiarato l’esponente dell’Ente di Piazza Matteotti – si è dimostrata la volontà dell’intero Consiglio metropolitano, ad intervenire a supporto dei territori maggiormente colpiti da calamità e con vere emergenze che mettono a repentaglio la sicurezza del territorio e dei cittadini. Oltre al monitoraggio quotidiano, che effettuiamo sulle strade e i territori di nostra competenza, cerchiamo di trovare sempre maggior fondi da destinare alla prevenzione. Con i Comuni, che sempre più spesso sono in ristrettezze economiche, poter accedere a finanziamenti esterni è una manna dal cielo e permette loro di intervenire dove c’è più bisogno”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button