Curiosità

Salute, premiati i migliori terapeuti campani (5 di Napoli)

Le richieste di terapia online sono cresciute in tutta Italia, Campania compresa. La pandemia ha contribuito ad aggravare una situazione spesso sottovalutata

Le richieste di terapia online sono cresciute in tutta Italia, Campania compresa. La pandemia ha contribuito ad aggravare una situazione spesso sottovalutata: al giorno d’oggi è ancora molto diffusa l’idea che consultarsi con uno psicoterapeuta sia un rimedio a cui giungere solo in casi estremi, se non da scartare a priori.

A mettere in risalto una situazione negativa latente e l’importanza di una cura adeguata della propria salute mentale, oltre che fisica, ci ha pensato la pandemia da Covid 19: negli ultimi due anni si è registrato un incremento, a livello globale, di quasi il 30% dei casi di depressione ed ansia, dovuto alla crisi economica, all’isolamento e agli altri stravolgimenti che questo virus ha portato nella vita di ciascuno di noi.

In risposta ad una maggiore richiesta di assistenza psicologica e, contemporaneamente, all’impossibilità di fornirla di persona, sono stati moltissimi gli psicoterapeuti che hanno scelto la via dello smartworking e della terapia via web.

Il nostro paese non è stato risparmiato dall’impatto che l’ondata pandemica ha avuto sul piano della salute mentale: le indagini hanno mostrato un aumento dell’80% di depressione ed ansia e del 60% dei disturbi in età adolescenziale, con conseguente aumento di problemi scolastici. Tutte le regioni hanno visto un aumento di casi e di richieste di supporto

Psicoterapia online: aumentano i disturbi depressivi e l’ansia

Nonostante la distanza fisica tra gli interlocutori, la teleterapia si è dimostrata non meno efficace del classico colloquio in presenza e anche non meno facile da realizzare, grazie alle piattaforme ideate con lo scopo di favorire una maggiore interconnessione e reperibilità di professionisti a livello nazionale e regionale: un esempio è Serenis, startup avviata nel 2021 e alla cui base c’è l’impegno di professionisti che hanno a cuore la normalizzazione della psicoterapia, per ridurre le distanze tra pazienti e terapeuti.

Serenis nasce per accompagnare l’utente in un percorso di benessere mentale duraturo” afferma Silvia Wang “Crediamo che il benessere mentale sia come il benessere fisico: prendersi cura del proprio corpo non è un’azione limitata nel tempo (una dieta o un esercizio intenso ma breve), ma è qualcosa di costante nel corso della vita, e lo stesso crediamo debba essere per il benessere mentale”.

Polaris, arriva il progetto che premia i migliori psicologi

Uno degli aspetti a cui chi lavora per Serenis tiene maggiormente, e uno dei punti di forza, è l’affidabilità. Nel web, più che altrove, è più facile trovare persone non qualificate, nella migliore delle ipotesi non in grado di supportare realmente le persone.

Il progetto Polaris, promosso da Serenis, è nato proprio per premiare l’impegno dei terapeuti che sono stati più apprezzati nel mondo digitale, tanto ricco di imbrogli quanto di risorse preziose, ed eliminare lo stigma psicologico per la terapia online, che potrebbe essere sempre più presente nel futuro e costituire un aiuto non indifferente.

La selezione in cui consiste l’iniziativa Polaris non è frutto di una valutazione soggettiva, bensì di 4 criteri imparziali:

• Analisi di più di 70 mila recensioni online rilasciate da utenti;
• Richiesta di referenze ai terapeuti che sono risultati i migliori;
• Confronto con un gruppo di psicologi per un parere professionale;
• Elaborazione di un elenco filtrato in base ai curriculum e al punteggio finale.

Nel territorio campano a riscuotere il premio sono stati ben 20 terapeuti, che si sono distinti in aree come ansia, stress, adolescenza e tante altre. Su Napoli in particolare ha ricevuto 171 recensioni la Dott.ssa Graziella Pisano, la migliore professionista per la cura della depressione.

Articoli correlati

Back to top button