Scandalo lavori via Marina: “Servizio fatto male, basta che arrivano i soldi”

via Marina, lo scandalo dei lavori e tutti gli indagati

Scandalo lavori via Marina. Ormai è diventata centro di polemica e dopo l'assurdo episodio del cantiere fantasma, ecco che arriva la conversazione choc

Scandalo lavori via Marina. Ormai una delle strade più famose di Napoli è diventata centro di polemica e dopo l’assurdo episodio del cantiere fantasma con tanto di senzatetto prestanome, ecco che arriva la conversazione choc tra l’imprenditore Ferrara e la moglie.

 

Scandalo riqualificazione via Marina: la conversazione tra l’imprenditore Ferrara e la moglie

 

Una conversazione che non riguarda persone comuni, ma che coinvolge l‘imprenditore Pasquale Ferrara, uno dei manager vincitori dell’appalto per la riqualificazione della porta di accesso al capoluogo napoletano. Siamo ad ottobre del 2016, nel pieno del restyling di via Marina, quando l’imprenditore si trova lì nell’imbuto, tra via Vespucci e via Volta, angolo via Lucci e si limita a commentare la realizzazione dell’opera. È assieme alla moglie guarda il lavoro fatto da soci o subappaltatori, gli stessi che poi finiranno al centro di un’inchiesta per false fatturazioni.

Dice lui a lei: «Un servizio fatto male»; e lei, di rimando: «Che te ne importa, basta che ti danno i soldi».

 

TAG