Cronaca

Scontri durante la partita Napoli-Lazio: assalto con caschi e mazze chiodate

Scontri durante la partita Napoli-Lazio: assalto con caschi e mazze chiodate, sono stati bloccati dagli agenti

Scontri durante la partita NapoliLazio: assalto con caschi e mazze chiodate, sono stati bloccati dagli agenti mentre stavano provando ad attaccare mezzi con a bordo i tifosi ospiti. Sono stati arrestati 7 ultrà.

Scontri alla partita NapoliLazio: assalto con caschi e mazze chiodate

Ieri sera, nell’ambito dei servizi predisposti per l’ordine e la sicurezza pubblica in occasione del match Napoli-Lazio, il contingente delle forze dell’ordine posto a protezione di alcuni mezzi di tifosi laziali in avvicinamento verso lo stadio è stato attaccato in via Barbagallo con bottiglie, fumogeni e petardi da un gruppo di tifosi napoletani travisati con caschi e passamontagna e armati di bastoni chiodati, intenzionati a venire a contatto con i tifosi ospiti. Gli operatori hanno raggiunto gli aggressori che hanno opposto una viva resistenza con mazze, caschi e cinghie, bloccandone sette. Nella circostanza, sei poliziotti hanno riportato contusioni.

I nomi dei 7 arresti

Rosario Lo Monaco, Davide Romano, Alessandro Borrelli, Pasquale Forte e Giuseppe Mazzocchi, napoletani tra i 30 e i 39 anni, alcuni dei quali con precedenti di polizia e già sottoposti a DASPO, sono stati arrestati per resistenza a Pubblico Ufficiale nonché a vario titolo anche per possesso o utilizzo di strumenti atti ad offendere in occasione di manifestazioni sportive. Borrelli e Mazzocchi sono stati anche denunciati per lesioni aggravate e Mazzocchi anche per aver violato la misura del DASPO cui è attualmente sottoposto. Gli altri due, di 36 e 25 anni, quest’ultimo con precedenti di polizia, sono stati denunciati per resistenza a Pubblico Ufficiale e possesso di strumenti atti ad offendere in occasione di manifestazioni sportive. Per tutti e sette, appartenenti ai gruppi ultras napoletani, è stata avviata la procedura per l’emissione del DASPO.

Altre 6 persone sanzionate

Sanzionate 6 persone per violazione del regolamento d’uso dell’impianto sportivo, tre poiché in possesso di biglietto non corrispondente al titolare e le altre per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale. Infine, in via Giambattista Marino, nel quadro dei servizi di contrasto al fenomeno dei parcheggiatori abusivi disposti dalla Questura, militari della Guardia di Finanza hanno denunciato un 40enne napoletano poiché sorpreso nuovamente ad esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo.

Articoli correlati

Back to top button