Cronaca

Sigarette di contrabbando a Napoli, 7 arresti

I militari hanno arrestato sette persone gravemente indiziati di appartenere ad una organizzazione dedita alla importazione, lavorazione, produzione, intermediazione e vendita di sigarette di contrabbando a Napoli.

Napoli, smantellata organizzazione dedita alla vendita di sigarette di contrabbando: 7 arresti

I militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di sette soggetti (due in carcere e gli altri cinque agli arresti domiciliari) indiziati di appartenere ad una organizzazione dedita alla importazione, lavorazione, produzione, intermediazione e vendita di sigarette di contrabbando.

Il provvedimento scaturisce da un’articolata indagine che è riuscita a ricostruire l’operato del gruppo criminale, con base a Napoli, dedita alla realizzazione di un opificio clandestino che, una volta avviato, avrebbe permesso di produrre due tonnellate di sigarette al giorno recanti marchi contraffatti di note aziende.

Le indagini hanno permesso di documentare l’allestimento dello stabilimento occulto nell’area industriale di Bernate Ticino (MI) e il reclutamento di manodopera straniera specializzata nell’assemblaggio e nella messa in opera dei sofisticati macchinari. Uno dei componenti del sodalizio era gravato da precedenti specifici e storicamente legato ad una delle famiglie napoletane più attive nel contrabbando di sigarette.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio