Cronaca

Stazione elettrica a Fuorigrotta, Legambiente scrive al comune

NAPOLI. Legambiente Campania ha inoltrato una richiesta scritta al sindaco del comune di Napoli, ai presidenti delle commissioni Ambiente, Urbanistica e Lavori Pubblici, nonché al presidente della decima Municipalità affinché promuovano un confronto con i cittadini e le associazioni sui lavori per la realizzazione da parte di Terna della nuova Stazione Elettrica di Fuorigrotta e dei collegamenti in cavo interrato alle esistenti Cabine Primarie di Astroni, Fuorigrotta e Napoli Centro.

La stazione elettrica Terna a Fuorigrotta

“Da quanto appreso – scrive Legambiente – risulta che si tratta di un’opera strategica, afferente al più complessivo Piano di Sviluppo della Rete Elettrica Nazionale (già sottoposto a Valutazione Ambientale Strategica, dopo l’approvazione del progetto nel novembre scorso da parte dei ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico) con finalità migliorative sia della funzionalità e sicurezza del sistema elettrico nell’area della provincia di Napoli, allo stato gravato da vetustà e scarsa affidabilità, che delle prestazioni ambientali grazie all’utilizzo delle più recenti tecnologie volte a garantire la maggiore sostenibilità delle nuove infrastrutture. A questo progetto, tra l’altro, viene associato un piano di demolizione di linee elettriche esistenti”.

La preoccupazione dei residenti

“Di contro l’opera – prosegue Legambiente – ha destato timori nei cittadini del Rione La Loggetta, che si sono rivolti alla nostra associazione perché preoccupati, in particolare, per la localizzazione di una nuova Stazione Elettrica nel loro quartiere e per le relative infrastrutture da realizzare.

È per questo che Legambiente Campania ritiene indispensabile che il comune promuova la più opportuna informazione dei cittadini attraverso un adeguato confronto con Terna per permettere da un lato la realizzazione degli interventi migliorativi ed assicurare, dall’altro, il rispetto di elevati livelli di garanzia a tutela dell’ambiente e della salute, con prioritaria attenzione al monitoraggio dei campi elettrici e magnetici”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button