Cronaca

Torre Annunziata, custode degli scavi accoltellato: “Per un posto auto hanno ucciso mio padre”

Maria Adriana, 21 anni, testimone in aula: "Stavamo andando via, lo hanno braccato"

È iniziato il processo per l’omicidio di Maurizio, il 61enne custode degli scavi di Pompei, accoltellato al cuore la sera del 19 aprile dello scorso anno in un parcheggio a Torre Annunziata per un posto auto. In auto come testimone la figlia di 21 anni.

Torre Annunziata, custode accoltellato per un posto auto

Giorgio Scaramella sembrava accecato dalla rabbia, ha schiaffeggiato anche la sorella Rosa mentre continuava a minacciare me e mio padre. Lei voleva mediare, lui invece voleva aggredirmi e addirittura mi ha rincorso. Ero terrorizzata, ma c’era papà che mi ha difeso”. Maria Adriana Cerrato, con fare deciso, ha testimoniato ieri al processo contro i presunti assassini di suo padre.

Il processo

Secondo quanto riportato dal Mattino, la 21enne è l’unica testimone di quell’atroce accoltellamento, nonostante fossero presenti una decina di persone. Saranno comunque a giudizio la settimana prossima per favoreggiamento.

Articoli correlati

Back to top button