Cronaca

Torre Annunziata, massacrato a colpi di cric: caccia al killer, perquisizioni in tutta la zona

Omicidio a Torre Annunziata, è caccia al killer di Maurizio Cerrato, il 61enne massacrato a colpi di cric. Controlli e perquisizioni

Omicidio a Torre Annunziata, è caccia al killer di Maurizio Cerrato, il 61enne massacrato a colpi di cric. Controlli e perquisizioni in tutta la zona da parte dei carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata.

Servizio ad “alto impatto” a Torre Annunziata

I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, supportati dai militari del Nucleo Cinofili di Sarno, hanno svolto un servizio ad “alto impatto” disposto dal comando provinciale di napoli nel comune di Torre Annunziata e nei comuni limitrofi. I militari hanno incrementato la pressione sul territorio, dopo i recenti fatti criminosi, effettuando una serie di perquisizioni nell’area e numerosi posti di controllo.

A Pompei e poi in territorio di Scafati, all’esito di una serie di verifiche e perquisizioni, un 40enne è stato arrestato per detenzione abusiva di armi e detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. L’uomo è stato trovato in possesso di una pistola semiautomatica Beretta, con matricola abrasa, e relativo caricatore contenente 7 proiettili cal. 380. L’arma era stata nascosta in una culla per bambini sul balcone della propria abitazione. All’interno di un vaso decorativo posizionato lungo le scale dell’immobile, sono stati inoltre rinvenuti 3,2 grammi di “crack”, divisi in dosi, ed un bilancino di precisione.

A Boscotrecase, un 78enne è stato arrestato per detenzione abusiva di armi. L’uomo, all’esito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di una pistola semiautomatica Beretta con matricola abrasa e relativo caricatore, contenente 10 proiettili cal. 7,65. L’arma, in questo caso, era stata occultata sul retro di una stufa a legna. Fondamentale, per il raggiungimento del risultato, il supporto delle unità cinofile “Tex” e “Drago”, i pastori tedeschi addestrati per la ricerca di armi e stupefacenti, che hanno seguito le tracce del materiale illecito e guidato i militari fino al loro ritrovamento.

Il bilancio

In tutta l’area sono state eseguite 5 perquisizioni domiciliari e 8 personali. 96 le persone identificate e 71 i veicoli controllati. Nel corso dell’intero servizio sono state elevate 16 contravvenzioni al codice della strada, mentre 3 veicoli sono stati sequestrati. Sempre elevata l’attenzione verso la verifica sul rispetto delle norme anti-contagio. Otto persone sono state sanzionate per l’inosservanza al divieto di spostamenti tra comuni diversi ovvero per l’assenza di previsti d.p.i.. I controlli sull’area proseguiranno senza sosta anche nei prossimi giorni.

Articoli correlati

Back to top button