Cronaca

Voto di scambio e posti di lavoro: denunce e arresti al Comune di Torre del Greco

Terremoto al Comune di Torre del Greco, dove sono scattate 14 misure cautelari per persone accusate di vari reati, tra cui lo scambio di voto elettorale.

Caos al Comune di Torre del Greco: scattano 14 misure cautelari

Al Comune di Torre del Greco scattano denunce e arresti nei confronti di 14 persone accusate a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al voto di  scambio elettorale, attentati contro i diritti politici del cittadino, rivelazione e utilizzazione di segreti di ufficio, favoreggiamento, detenzione illegale di armi da sparo comuni e da guerra.

L’operazione è scattata in seguito alle indagini del Tribunale di Torre Annunziata. I militari hanno scoperto l’esistenza di un vero e proprio sodalizio criminale a Torre del Greco, specie in riferimento alle elezioni amministrative del 2018, quando qualcuno avrebbe acquistato voti in cambio di soldi: cifre pari a 20 o 35 euro.

Un consigliere eletto è poi finito nei guai perché avrebbe assunto 5 persone presso la ditta appaltatrice del servizio di nettezza urbana, mentre un altro politico dovrà invece rispondere di favoreggiamento e di rivelazione di segreto di ufficio poiché avrebbe informato di un imminente controllo delle forze dell’Ordine alcuni soggetti intenti alla compravendita dei voti davanti a un seggio elettorale.

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button