Musica

#WithRefugeesTour arriva a Napoli

NAPOLI. Un concerto all’insegna della condivisione e dell’accoglienza. #WithRefugeesTour arriva sabato 18 al Moses Club di Napoli. Si tratta della dodicesima tappa del tour dell’artista italo-francese Sandro Joyeux in collaborazione con l’Agenzia Onu per i Rifugiati.

Parteciperanno alla serata i richiedenti asilo e quelli già titolari di protezione internazionale, integrati nel progetto I.A.R.A. – Integrazione e Accoglienza rifugiati e richiedenti Asilo – SPRAR comune di Napoli – gestito da LESS impresa sociale Onlus.

Sandro Joyeux sarà accompagnato dai musicisti Antonio Ragosta alla chitarra, Mauro Romano al basso, Francesco del Prete alla batteria e Giovanni Maione alle percussioni.

Restituire la musica delle proprie origini a chi è stato costretto a fuggire dal proprio paese a causa di guerre, violenze e persecuzioni è l’intento del #WithRefugees tour, partito da Lampedusa il 1 ottobre, nell’ambito delle celebrazioni in programma per la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, e che toccherà le principali città italiane, tra cui Roma, Napoli, Palermo, Firenze, Bologna e Milano.

L’UNHCR ha voluto sostenere il tour attraverso #WithRefugees, la campagna globale lanciata nel 2016 con l’obiettivo di promuovere tolleranza e non discriminazione a livello nazionale ed internazionale, rafforzando il contratto sociale tra le comunità di accoglienza e le comunità di rifugiati. In quest’ottica, il tour di Joyeux, grazie alla collaborazione anche dello SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati), mira a coinvolgere attivamente nei concerti le comunità di rifugiati ospitate nei centri di accoglienza dei vari territori, fornendo e restituendo accesso alla musica ai beneficiari di protezione internazionale.

Alla campagna #WithRefugees è collegata una petizione, attraverso la quale ciascuno può chiedere ai governi di garantire che ogni bambino rifugiato abbia un’istruzione, che ciascuna famiglia di rifugiati abbia un posto sicuro dove vivere e che ogni rifugiato possa lavorare o acquisire nuove competenze per dare il suo contributo alla comunità.

Media Partner è Radio Popolare, che sta seguendo il #WithRefugees Tour con collegamenti e corrispondenze dalle varie date nel corso di Jack, la trasmissione condotta da Davide Facchini, in onda dal lunedì al venerdì dalle 15,30 alle 17.

 

 

Articoli correlati

Back to top button